GLUTINE UN APPROCCIO CONSAPEVOLE

GLUTINE E ALIMENTAZIONE

Il glutine, presente nel grano e in altri cereali, è composto dall’intreccio di due proteine principali: gliadina e glutenina responsabili della formazione della maglia glutinica che tanto apprezziamo nei prodotti da forno lievitati

La GLIADINA, presente nel frumento, è la maggiore responsabile delle reazioni avverse al glutine, così come la secalina della secale, l’ordeina dell’orzo e l’avenina dell’avena
Chi ha una reazione avversa al glutine deve quindi fare attenzione anche ad altri cereali che contengono gliadina o proteine simili e ai loro derivati anche nascosti nei cibi lavorati

 

REAZIONI AVVERSE AL GLUTINE

Il glutine può scatenare tre tipi di reazioni avverse: celiachia, allergia al glutine e gluten senitivity
CELIACHIA è una malattia autoimmune che aggredisce i villi intestinali a seguito dell’infiammazione provocata dalla gliadina, viene accertata tramite esami del sangue specifici e confermata con la biopsia intestinale per verificare l’appiattimento dei villi intestinali. In questo caso il glutine è TOSSICO per INGESTIONE indipendentemente dalla quantità, anche se diversi studi hanno individuato una quantità minima tollerata
ALLERGIA AL GLUTINE è una reazione allergica IgE mediata, si sviluppa in poco tempo dal contatto con il glutine e provoca i classici sintomi delle allergie dalla semplice orticaria fino allo shock anafilattico nei casi più gravi. In questo caso il glutine è PERICOLOSO non solo per INGESTIONE, ma anche per CONTATTO o INALAZIONE indipendentemente dalla quantità
GLUTEN SENSITIVITY rientra nelle intolleranze alimentari che non hanno ancora un marcatore specifico, i sintomi possono essere sia gastrointestinali che generali, ma nonostante possano essere molto fastidiosi non provocano alcun danno effettivo a organi o tessuti. In questi casi il glutine risulta NOCIVO per INGESTIONE in relazione alla QUANTITA’ e alla qualità dei cibi
Ora che sappiamo la distinzione come possiamo gestire le varie reazioni avverse al glutine?
GLUTINE: UN APPROCCIO CONSAPEVOLE

Cosa dobbiamo fare nel momento in cui scopriamo una reazione avversa al glutine?

ELIMINARE IL GLUTINE dalla normale alimentazione è la prima cosa da fare e molto spesso le strategie terapeutiche si limitano a questo
I CELIACI dovranno fare attenzione a tutti gli alimenti contenenti glutine anche in tracce scegliendo alimenti contrassegnati dalla spiga barrata o presenti nel prontuario allestito dall’AIC (Associazione Italiana Celiachia) consultabile sul sito www.celiachia.it

Gli ALLERGICI al glutine dovranno fare molta attenzione anche ai COSMETICI e a tutte le possibili contaminazioni ambientali

Chi soffre di GLUTEN SENSITIVITY dopo alcuni mesi di eliminazione totale del glutine e ripristino delle normali condizioni intestinali può iniziare a reintrodurlo in piccolissime dosi e facendo molta attenzione alla qualità del prodotto

Per quanto riguarda CELIACHIA e GLUTEN SENSITIVITY che comportano una notevole infiammazione intestinale, la strategia terapeutica può essere più ampia, ne parleremo in un articolo dedicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *