Aquae distillatae ex plantis…gli idrolati!

“Aquae distillatae ex plantis”: Acque distillate vegetali, ovvero Idrolati!

Ma sai esattamente di cosa stiamo parlando?

Questi composti si ottengono attraverso distillazione in corrente di vapore di varie parti delle piante aromatiche e sono costituiti dalla fase acquosa separata dall’olio essenziale.

Nonostante siamo ottenuti dallo stesso processo di estrazione degli oli essenziali, gli idrolati non hanno le stesse virtù “molecolari” e non potranno mai competere con tutti i loro impieghi ma possono essere di grande aiuto e sollievo per pelle, mucose e non solo.

Possiedono una grande versatilità ed energia e possono essere utilizzati come purificanti, tonificanti ed anti-età, ma anche astrigente e calmante.

C’è la Camomilla Nobile, con le sue proprietà decongestionanti ed antinfiammatorie, per tutti i tipi di pelle, che si può utilizzare per occhi gonfi, allergie, eritemi ed irritazioni cutanee;

C’è la Lavanda, dalle proprietà cicatrizzanti e calmanti per pelle e capelli irritati ed infastiditi da sole, bruciature, rasoio, …

E poi c’è il Neroli, la Rosa Damascena, il Rosmarino e l’Albero del Te’, ognuno con le proprie caratteristiche ed impieghi meravigliosi.

Sul mercato, si trovano idrolati ed oli essenziali di tutte le marche, ma dalla qualità non sempre garantita, proprio per questo è fondamentale rispettare rigidi criteri di qualità e metterne in evidenza le caratteristiche in etichetta, proprio come fa da anni Pranarom, che sceglie i suoi oli essenziali: chemiotipizzati, puri e naturali al 100%!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.